Esenzioni e riduzioni

Roma Capitale ha introdotto un sistema di esenzione dal pagamento della tariffa rifiuti per l'abitazione principale (Deliberazione Assemblea Capitolina n. 33/2012 - Regolamento Tariffa Gestione Rifiuti Urbani). Tale esenzione si basa sul valore dell'indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) del nucleo famigliare dell'utente/richiedente corretto con i parametri individuati dal "Quoziente Roma" e indicati nella Tabella seguente.

Tabella B Quoziente Roma

Il sistema di esenzione rappresenta un aiuto concreto alle famiglie numerose e ai nuclei familiari che versano in condizioni di difficoltà economiche in quanto attraverso il Quoziente Roma viene valorizzata la presenza di uno o più figli minori di 25 anni e/o di soggetto disoccupato o inoccupato.

L'esenzione si applica nel caso in cui il valore dell'ISEE del nucleo familiare, ridefinito sulla base dei parametri della scala di equivalenza e delle maggiorazioni previste dal Quoziente Roma, non risulti superiore a 6.500,00 euro. Per fruire dell'esenzione è necessario, inoltre, che il richiedente non abbia debiti concernenti la tariffa rifiuti maturati alla data del 31 dicembre dell'anno precedente a quello per cui si richiede l'esenzione.

La determinazione del Quoziente Roma e la compilazione della richiesta di esenzione possono essere effettuate gratuitamente presso i CAF (Centri di Assistenza Fiscale) convenzionati con Roma Capitale.

La richiesta di esenzione, per l'anno 2013, deve essere presentata entro il 31 marzo 2014 direttamente a Roma Capitale, o per il tramite di AMA o dei Centri di Assistenza Fiscale convenzionati con Roma Capitale.

Qualora si sia già provveduto al pagamento della tariffa è possibile ottenere il rimborso dei versamenti effettuati presentando un'apposita istanza ad AMA S.p.A. allegando la dichiarazione ISEE più Quoziente Roma certificata dal CAF.

Attenzione: La richiesta ha effetto per il solo anno 2013 e dovrà essere rinnovata tutti gli anni.

ESENZIONE per le residenzialità sociali per disabili e minori
A partire dal 1 gennaio 2011, il Comune di Roma assicura l'esenzione totale della Tariffa Rifiuti per le strutture utilizzate come residenzialità sociale per i diversamente abili e per i minori.
Le strutture devono essere convenzionate con il Comune e gestite dalle Onlus di cui al D.Lgs 4 dicembre 1997 n. 460 e dalle IPAB.

Compostaggio domestico
Le utenze domestiche residenti con un giardino a verde di almeno 25 metri quadrati possono svolgere l’attività di compostaggio domestico, consistente nella gestione in proprio, attraverso un apposito contenitore, della frazione organica dei rifiuti solidi urbani prodotti dalle famiglie. Per attivare la pratica del compostaggio deve essere presentata dal 1 ottobre al 30 novembre la domanda all’AMA.
La riduzione è pari al 30% della parte variabile della Tariffa e viene riconosciuta nella prima bolletta successiva all’anno in cui si è praticato il compostaggio.
Per mantenere il diritto alla riduzione del 30% della parte variabile, gli utenti devono presentare all’AMA, ogni anno dal 1° al 31 gennaio, l’autocertificazione attestante l’avvenuto compostaggio effettuato nell’anno precedente.
Il modulo per la richiesta della pratica di compostaggio può essere inviato via fax ai numeri 06.51692940-06.51692950, oppure per posta ad AMA Spa Ufficio Tariffa - Utenze Abitative Via Mosca, 9 - 00142 Roma o consegnato agli sportelli AMA di Via Capo d'Africa 23/B o ad Ostia, Via Giovanni Amenduni s.n.c..

Riduzione per attività stagionale
Per le utenze non domestiche è prevista una riduzione del 50% della quota variabile della tariffa per tutti quei locali, diversi dalle abitazioni ed aree scoperte, destinati ad uso stagionale o ad uso non continuativo in base ad apposita autorizzazione.
Nei casi in cui l’occupazione sia inferiore ai 105 giorni nell’arco solare e comunque autorizzata per un periodo non superiore ai due giorni nell’arco della settimana, la riduzione è pari al 60% della parte variabile della tariffa.
Per beneficiare di tali riduzioni occorre presentare l’apposito modulo da inviare ad AMA allegando fotocopia di un documento d’identità e l’autorizzazione rilasciata dalle autorità competenti per l’esercizio delle attività.
Ulteriori dettagli si possono trovare sul sito di AMA