NEWS

 

angle-left null Cartelle esattoriali, nuova proroga

Il decreto legge del 30.06.2021 n.99 ha rinviato al 31 agosto 2021 i termini di notifica delle cartelle esattoriali e degli avvisi esecutivi previsti dalla legge, relativi alle entrate tributarie e non, sospesi dall’ art. 68 , comma 1, del decreto legge del 17 marzo 2020 n. 18.

Il blocco della riscossione coattiva riguarda sia le notifiche delle cartelle di pagamento e delle ingiunzioni fiscali e sia l’avvio delle attività cautelari o esecutive (fermi, pignoramenti, ecc.).

Rientrano nella sospensione anche gli accertamenti esecutivi, ma solo quelli che sono arrivati nella fase della riscossione coattiva.

Al riguardo l’Agenzia delle Entrate ha infatti chiarito che rientrano nella sfera applicativa dell’articolo 68 solo gli accertamenti esecutivi affidati all’agente della riscossione (circolare n. 5/E/2020), interpretazione recepita dal Dipartimento delle Finanze per i tributi locali (circolare n. 6/2020).

Bloccate fino al 31 agosto 2021 anche le verifiche ex art .48 bis del DPR n. 602/73 (inoltrate qualora il contribuente sia inadempiente agli obblighi di versamento derivante dalla notifica di una o più cartella di pagamento fino a € 5.000.

Si tratta dell’ennesima proroga (la nona) che sospende per ben diciotto mesi (da marzo 2020 ad agosto 2021) l’attività di recupero delle entrate.

Il predetto decreto n. 99/2021 ha inoltre disposto il differimento al 31 luglio 2021 del termine per l’adozione delle tariffe e dei regolamenti TARI, considerate le difficoltà dei Comuni nell’acquisire i piani finanziari validati dagli enti territorialmente competenti in ottemperanza alla nuova metodologia Arera.

 

Fonti :

La Redazione