Come si presenta la dichiarazione Ta.Ri.

Se l’utente deve effettuare comunicazioni di iscrizione, cessazione e variazione o trova dati non corretti nell’avviso di pagamento può aggiornare la propria posizione utilizzando il relativo modulo allegato nella bolletta. Per le utenze domestiche è possibile inviare il modulo on-line per le comunicazioni di iscrizione, variazione, cessazione e per le richieste di agevolazione ambientale - compostaggio domestico. Per accedere al servizio è necessario essere registrati ai Servizi on-line AMA.

Per le utenze non domestiche è possibile effettuare comunicazioni di iscrizione, cessazione e variazione stampando i moduli cartacei e inviandoli per fax o posta.

Al fine di evitare la sanzione per la tardività della dichiarazione, le comunicazioni di iscrizione e variazione debbono essere inoltrate entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello nel quale si sono verificate le variazioni (legge 147/2013 art.1 comma 684).

Iscrizione

Se si acquista o si conduce un nuovo immobile, ovvero se si esercita un’attività commerciale presso un locale è necessario comunicare l’iscrizione entro il 30 giugno dell’anno successivo dalla data di avvenuta occupazione (rogito, contratto di affitto, apertura o subentro dell’esercizio commerciale, ecc). In caso di trasferimento da un altro immobile occorre comunicare anche la cessazione dell’utenza precedente.

Cessazione

Se si lascia un’abitazione o si chiude un esercizio commerciale, è necessario inviare la comunicazione di cessazione entro il 30 giugno dell’anno successivo dalla data di fine occupazione (rogito, disdetta del contratto di affitto, contratto di cessione dell’attività commerciale). Nel caso di trasferimento in un altro immobile occorre inviare anche il modulo di iscrizione.

Variazione

Nell’ipotesi in cui sussistano modifiche nei dati anagrafici, nel recapito dei documenti, nei dati catastali, nelle metrature e nelle superfici degli immobili, nonché nella tipologia di attività esercitata, l’utente è tenuto a presentare una dichiarazione di variazione entro il 30 giugno dell’anno successivo dal verificarsi dell’evento modificativo. Per quanto riguarda le variazioni del nucleo familiare, le stesse sono aggiornate da AMA direttamente attraverso l’Anagrafe di Roma Capitale ovvero attraverso la consultazione di sentenze, decreti, ordinanze ed altri atti emessi dall’autorità giudiziaria. La mancata presentazione della dichiarazione di variazione se incidente sull’importo della tariffa determina l’applicazione delle sanzioni per infedele dichiarazione.

Riferimenti normativi:

Delibera n. 33 art.8 dell’Assemblea Capitolina del 30 marzo 2018


Stampa bollettino